Blog

ACI EUROPE: CRESCE DEL 4,4% IL TRAFFICO PASSEGGERI NEL PRIMO TRIMESTRE

Secondo i risultati diffusi da Aci Europe nel primo trimestre del 2019 il traffico passeggeri negli aeroporti europei è cresciuto del 4,4%. In particolare si  registra una crescita robusta nel trimestre (+4,8%) nonostante il traffico di marzo quest’anno non abbia beneficiato della Pasqua. Per gli aeroporti non europei, invece, i passeggeri sono aumentati ad un ritmo più lento (+2,9%). 

GLOBAL BLUE: I PROFILI DEI GLOBE SHOPPER IN ITALIA

«Nel primo trimestre del 2019 in Italia, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, abbiamo registrato una crescita del 13% degli acquisti Tax Free Shopping dei turisti extra UE e un aumento del 9% del valore dello scontrino medio dei loro acquisti. Un inizio di anno positivo, dovuto anche alle condizioni favorevoli sul mercato valutario, che fa ben sperare anche in vista della prossima stagione estiva. Una crescita che Global Blue ha osservato anche a livello europeo, dopo un 2018 chiuso in calo».

ENIT: ITALIA PRIMA IN EUROPA PER I TURISTI CINESI

L’analisi dell’Ufficio studi dell’Enit, sulla base dei dati Unwto, Banca d’Italia, Etc, Istat, Eurostat, Forwardkeys, conferma i 3 milioni di arrivi e 5 milioni di presenze di turisti cinesi in Italia  che ne fanno la meta preferita in Europa, prima di Francia, Germania e Spagna. Per il 2019 si prevede una crescita delle prenotazioni di oltre il 20%. Per l’estate la scelta ricade sul Sud Italia, in particolare sui siti Unesco di Pompei, Amalfi e la Valle dei Templi di Agrigento. Al di là di Shanghai e Bejing, si consolidano come aree di partenza quelle di Guangzhou e Chengdu. 

CISET- BANCA D’ITALIA: NEL 2018 LA SPESA DEGLI STRANIERI IN ITALIA CRESCE DEL 6,5%

Aumenta di quasi l’11% il saldo positivo della bilancia turistica nel 2018, che evidenzia circa 41,7 miliardi di euro spesi dai viaggiatori internazionali a fronte dei 39,1 miliardi del 2017, con un volume di 25,5 miliardi di euro di spesa degli italiani all’estero contro i 24,6 miliardi dell’anno precedente, secondo i dati presentati nel corso del convegno  "L’Italia e il turismo internazionale. Risultati e tendenze per incoming e outgoing nel 2019", organizzata dal Ciset in collaborazione con la Banca d’Italia. Si certifica una crescita del 6,5% delle entrate internazionali per turismo, a fronte di un’espansione più contenuta delle uscite (+3,8%).

ASSAEROPORTI: A MARZO I PASSEGGERI NEGLI AEROPORTI ITALIANI CRESCONO DEL 5,4%

Secondo i dati di Assaeroporti i viaggiatori nel mese di marzo  sono stati 13.988.037, con un incremento del 5,4% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, sono migliorati del  3,4% anche i movimenti aerei che hanno raggiunto quota 118.828 unità. I due principali scali italiani, Roma Fiumicino e Milano Malpensa, hanno riportato rispettivamente una crescita di passeggeri del 3%, a quota 3.316.274 e dell’11,5%, con 2.081.631 passeggeri.

IL SEGRETO DI MALPENSA

Che cosa vuole diventare Malpensa, da grande? Secondo molti indicatori è già al top. Ma puòcrescere ancora. E il nuovo management, che da inizio anno ha preso in mano le redini diSea, sta cercando di ridisegnarne il volto e soprattutto il posizionamento, partendo da una certezza: se come numero di passeggeri è il secondo in Italia, largamente dietro aFiumicino (24,6 contro 42 milioni nel 2018), Malpensa è lo scalo nevralgico del Nord Italia e questo ne fa un formidabile volano di sviluppo

ACI EUROPE: A FEBBRAIO CRESCE DEL 5% IL TRAFFICO PASSEGGERI NEGLI AEROPORTI EUROPEI

Secondo i dati di Aci Europe, accelera a febbraio il traffico passeggeri negli aeroporti europei: la crescita è stata del 5% rispetto allo stesso mese dello scorso anno, in miglioramento dal +4,2% di gennaio. Febbraio è invece il quarto mese consecutivo di calo del traffico cargo, che segna un -3,3%.In particolare, a trainare la dinamica di crescita è il mercato Ue, con una crescita del traffico del 5,5%, a fronte del +3,3% degli aeroporti non-Ue.

OSSERVATORIO VINITALY/NOMISMA: IL 23% DEGLI ITALIANI SCEGLIE L’ENOTURISMO

Il 23% degli italiani nel corso dell’ultimo anno ha fatto una vacanza o un’escursione alla scoperta del vino e delle migliori cantine della Penisola, e solo il 18% esclude di farlo. Lo afferma l’indagine Mercato Italia – Gli italiani e il vino, realizzata da Vinitaly con l’Osservatorio Vinitaly-Nomisma Wine Monitorl, presentata all’inaugurazione del 53° salone a Verona. Sono 6 le regioni che guidano la classifica dell’enoturismo: Toscana (27%), Piemonte (12%), Veneto (9%), Sicilia (7%), Friuli Venezia Giulia (5%), e Puglia (5%). Le zone in testa nelle preferenze degli enoturisti sono il Chianti e Siena, le Langhe e Asti, e l’area di Valdobbiadene.