Blog

Decreto dignità: le principali novità apportate dalla legge di conversione

set 12 2018
6
0

Come previsto dalla legge, il Decreto Dignità è stato sottoposto ai due rami del Parlamento per la sua conversione in legge. La legge di conversione (legge di conversione 9 agosto 2018, n. 96) è stata pubblicata in Gazzetta ufficiale in data 11 agosto 2018. Nel percorso parlamentare sono stati presentati numerosi emendamenti nei confronti del Decreto Dignità di cui solo alcuni accolti. Per quanto concerne le misure relative al diritto del lavoro, le principali novità apportate dalla legge di conversione al testo originario del Decreto Dignità varato dal Consiglio dei Ministri sono le seguenti. Contratto a tempo determinato La principale novità introdotta dalla legge di conversione riguarda la disciplina del periodo transitorio. Il testo originario del Decreto prevedeva che le nuove norme relative alla necessità di indicare la causale in caso di contratto avente durata superiore a 12 mesi o in caso di proroga o rinnovo superiore a dodici mesi si applicassero ai  contratti&n ...

Decreto Dignità: i contenuti che modificano la gestione del personale

lug 10 2018
7
0

Federturismo Confindustria informa che durante il Consiglio dei Ministri del 2 luglio u.s., il Governo ha varato il c.d. Decreto Dignità, un provvedimento che, nelle intenzioni dichiarate dall’Esecutivo, mira – sul fronte giuslavoristico – a rafforzare la tutela del lavoratore dipendente e a combattere la precarietà. Di seguito le principali novità introdotte dal Decreto che sarà efficace il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e dovrà essere convertito in legge dalle Camere nei 60 giorni successivi. Contratti a termine La durata massima del contratto di lavoro a tempo determinato scende da 36 mesi a 24 mesi, comprensivi di proroghe o rinnovi. Si tenga, comunque, presente che il predetto tetto massimo di durata non riguarda le attività stagionali posto che resta invariata l’eccezione prevista dal comma 2 dell’art. 19, d.lgs n. 81/2015 in base alla quale il tetto massimo di durata, ori ...

FORUM ATRI “GLI ACQUISTI DEI CINESI CHE VIAGGIANO IN ITALIA E IN EUROPA: ASPETTI LEGALI E DI MERCATO”

giu 19 2018
2
0

Il prossimo 26 giugno, nel palazzo Nctm, a Roma, si svolgerà il Forum Atri 2018. Il Forum prende spunto dall'accordo sottoscritto tra Commissione Europea e Repubblica Popolare Cinese sull' "Anno del Turismo UE Cina" e viene realizzato in collaborazione con Commissione Europea, Parlamento Europeo, Nctm, studio legale specializzato sul mercato cinese, con una sede operativa a Shanghai.

Unwto: cresce la spesa turistica globale, Cina al primo posto

mag 03 2018
5
0

Cresce a livello mondiale la spesa turistica nel 2017, riflettendo la forte domanda di turismo in tutte le regioni del mondo: secondo l’Organizzazione mondiale del turismo (Unwto), la Cina ha consolidato la sua leadership come il più grande spender in viaggi all’estero nel 2017 con 258 miliardi di dollari (+ 5%), la Russia (+ 13%) ha raggiunto i 31 miliardi di dollari, mentre il Brasile (+ 20%) ha speso 19 miliardi. L’India ha continuato la sua ascesa con una crescita del 9% della spesa a 18 miliardi.

La "Brexit" non è inevitabile

mag 02 2018
5
0

"La Brexit non è inevitabile": questo il messaggio inviato al Governo britannico da una nuova alleanza di deputati di tutti i partiti che ha lanciato a Londra una campagna a favore della permanenza nell'UE del Regno Unito. Nonostante questo tipo di richiesta sia sempre stata rifiutata dalla premier Theresa May, esponenti conservatori, laburisti, verdi e liberali stanno unendo le proprie forze per ottenere in extremis  la maggioranza nella Camera dei Comuni per una proposta di voto popolare - Eunews - Euractiv - Il Sole 24 Ore L'uscita della Gran Bretagna dall'UE potrebbe cambiare gli equilibri in Consiglio e avere delle ripercussioni sul futuro delle alleanze tra Stati membri. Paesi come Svezia, Irlanda, Estonia e Bulgaria, infatti, hanno spesso seguito fatto parte di "coalizioni" con il Regno Unito. Ora a causa della Brexit saranno costretti a cercare “nuove alleanze” per resistere ...

Brexit

mag 02 2018
2
0

In attesa che la bozza di accordo disciplinare su Brexit entri nella “fase due” dei colloqui, proviamo a capire quali sono gli aspetti più controversi di uno dei temi più complessi dell’accordo in discussione tra Unione Europea e Regno Unito. L’ultima notizia di un certo peso risale al 19 marzo scorso, quando il capo negoziatore della UE, Michel Barnier, ha detto che le due parti erano vicine su molti dei termini dell’accordo per l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, ma che sulla questione del confine irlandese le parti sono ancora distanti. I negoziati su Brexit sono iniziati nel giugno 2017 e l’uscita del Regno Unito dalla UE è prevista per il 29 marzo 2019.

FOOD RETAIL Autogrill rinnova l’offerta food e svela lo Spazio Fucina

apr 18 2018
2
0

Apollo, Norcia, Norvegese. Gustoso, Camogli, Club Sandwich. Quando si legge la lista dei panini Autogrill sembra di citare la formazione dell’Italia campione del Mondo 1982. A unirli sono l’unicità e la riconoscibilità dei nomi che, nel caso di Autogrill, dagli inizi degli anni ’80 sono il vero e proprio marchio di fabbrica dell’operatore della ristorazione. Una proposta food che ora si rinnova nel segno degli ultimi trend gastronomici.