Valori e Missione

ATRI è l'associazione di categoria che raccoglie le aziende italiane attive nel settore Travel Retail e Duty Free ed è a tutti gli effetti la prosecuzione di AIAVED- Italian Duty Free and Tax Association- costituita nel 1985.
ATRI desidera focalizzarsi sul Travel Retail con una prospettiva più ampia ed ha ratificato l'allargamento dell'associazione alle società aeroportuali.
ATRI è socia fondatrice di ETRC-European Travel Retail Confederation- con sede a Parigi, che raggruppa le associazioni di 14 paesi : Benelux, Danimarca, Finlandia,Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Norvegia, Spagna,Regno Unito e Malta.
ATRI ha tra l’altro contribuito, come socio fondatore ,alla nascita di WDFC-World Duty Free Council- l’associazione che coordina il settore a livello mondiale a cui ETRC appartiene.

Tre per ora gli obiettivi di ATRI:

  • divenire l'interlocutore istituzionale del Governo Italiano e dei Ministeri competenti, per tutti gli aspetti che regolano la vendita tax free e il settore del commercio al dettaglio legato al viaggio;
  • favorire i contatti tra fornitori e operatori commerciali, sviluppando iniziative di marketing per la promozione del settore, ormai penalizzato dall''applicazione delle normative europee nelle vendite Duty Free tra paesi membri della UE;
  • raccogliere, quale associazione di categoria, dati e informazioni sulle vendite in esenzione doganale e sul Travel Retail, così da fornire statistiche sull'andamento del settore.

Agli associati offre un servizio di consulenza e assistenza legale, e attività di formazione specifica.Pubblica, dal 2015, la rivista trimestrale di studi e analisi “Travel Retail Italia” diretta da Luigi Troiani.

"Il primo obiettivo concreto sul quale ci stiamo muovendo - afferma il Presidente ATRI - è stato nel 2000 la richiesta alle Istituzioni competenti , Italiane ed Europee, che i passeggeri con destinazione finale extra Europea possano acquistare fin dal primo aeroporto di partenza prodotti in esenzione doganale (duty free)." 

L’obiettivo è stato raggiunto nel Febbraio 2004 ,attraverso l’emissione di alcune circolari autorizzative (v. link) nelle quali si accorda ai gestori interessati la possibilità di istituire nell’area Schengen speciali negozi dove esercitare nei confronti dei passeggeri muniti di doppia carta di imbarco una vendita di beni, in esenzione fiscale, entro i limiti previsti di 175 euro. Attualmente gli operatori italiani si stanno attivando per applicare tale normativa nei loro shops.

 

 


Contatti

A.T.R.I. Associazione Travel Retail Italia 
Codice Fiscale 02786500104 
Tel:  +39 06 44 28 56 24
Fax: +39 06 44 28 52 20

ETRC -  European Travel Retail Confederation
Federturismo Confindustria